0 Comments

Pomeriggi nordici.

Il caldo confort di certi gelidi pomeriggi nordici è qualcosa di ineguagliabile.

Le luci soft, consolatorie, negli interni, e fuori, magari, una tempesta indomabile. Seduti guardiamo dalla finestra, incontriamo quello splendido senso di protezione. Ci capita di trovarlo qui da noi. Proprio ora, The Build Up dei Kings of Convenience allo stereo, guardiamo fuori e il Corso è sferzato dalla pioggia, è al buio, al freddo. Qui dentro, anche grazie alla musica, sembra di essere immersi in un batuffolo di ovatta. Il tempo sembra rallentare, la voce di Feist sembra una carezza. Ed è subito casa, subito pomeriggio nordico.

pomeriggi nordici anche qui, lontani dal Nord.

Pomeriggi nordici anche qui, molto lontani dal Nord.

Uno potrebbe dire “questi sono due di quei noiosi esterofili che blaterano sempre di design del Nord Europa”. Beh. Posto che potremmo essere sia noiosi, che esterofili, sia sempre blaterare di design del Nord Europa, è anche vero che più che un luogo specifico, un altrove, ci piace portarci dietro le sensazioni che questo o quel luogo ci hanno fatto provare. Inevitabilmente, ci tornano in mente i viaggi verso il Nord, appunto. La rarefatta calma di Helsinki, noi seduti alle grandi vetrine di un bistrot che danno su una via dal nome impronunciabile. L’aria tagliente, la luce cristallina. La piazza e una scalinata immensa. Pensiamo alle nostre mani che stringono una tazza di caffè nero, e la luce calda che le dipinge. Pensiamo a noi affacciati alle vetrate del Kiasma, il museo di arte contemporanea della città, guardando le persone camminare a destra e sinistra nel parco che ci circondava. Ci ricordiamo del traghetto che ci portava su un’isola. Oppure ci ricordiamo della birra acida di Bruxelles, consumata in un locale art deco. Ci ricordiamo degli splendidi negozi delle sue vie. Ci ricordiamo di quanto queste sensazioni ci siano rimaste dentro. Facciamo caso a quanto cerchiamo di trovare l’anima anche nei posti in cui andiamo, per potercene portare un po’ a casa, e viverci dentro, per quanto possibile.

Ultrafragola, investita di luci calde, ora che stiamo ascoltando musica scandinava e guardiamo il buio piovoso all’esterno, è davvero per noi un piccolo grande pezzo di alcuni pomeriggi nordici che abbiamo vissuto.

http://www.emporioultrafragola.it

E-shop.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

top