0 Comments

Abbiamo una poltrona che accoglie tutti. Ce l’abbiamo messa apposta.

Bianca, comoda, elegante, è una poltrona che non può non generare consensi.

Lei questo lo sa, la vediamo noi, civettarsi quando qualcuno l’apprezza o la usa, sedendocisi sopra e abbandonandosi ad un “aaaaah” generato dal confort ineguagliabile. Sta lì, fa il suo lavoro, ma sotto sotto se la gode, si ripete quanto sia bella, quanto sia comoda, quanto sia una poltrona perfetta. Insomma, fa tutto quello che di solito fanno le poltrone: fingere di voler servire gli uomini e gli animali domestici per dovere, e non per piacere. Che soggetti! Sarebbero perse, senza di noi, tristi e silenziose, rilegate in un angolo, a porsi domande esistenziali: sono io che sono sbagliata o è il mondo che non mi capisce? Come mi hanno disegnata? Avrei dovuto avere un pouf, per essere amata? Davvero credi di meritare le loro attenzioni? Domande del genere. La nostra, per esempio, da quando è arrivata in negozio sembra un’altra. Sempre giuliva, sempre compiaciuta, a guardare la porta in attesa di una persona che la guardi e le faccia i complimenti. Sedendocisi sopra o a parole.

Lei sa che noi sappiamo, quindi quando ci sente parlare di lei alle persone, si immobilizza, si finge inanimata, fa la brava, affinché i suoi proprietari (noi) possano resistere alla tentazione di smascherarla davanti ai clienti: “ma guardate che lei lo fa per sé stessa, eh? Mica per voi!”.

Sa che se esagerasse, se cominciasse ad attirare troppe attenzioni, noi la smaschereremmo davanti a tutti, e dopo vallo a trovare qualcuno che ci si metta a sedere solamente per il piacere della poltrona, e non per il proprio. Ma sa anche che noi abbiamo un cuore grande, e che mai rovineremmo la sua bella anima e il suo giocare, visto che la vanità è un peccato del tutto veniale.

In realtà, la aiutiamo anche! Invitiamo tutti quanti a sedersi un secondo sopra di lei, a rilassarsi grazie a lei, perché sappiamo che entrambi, sia l’avventore che la poltrona, ne possono trarre un grande giovamento.

Gli avocado sono sempre testimoni della civetteria della poltrona.

Testimoni oculari della civetteria della poltrona.

Una poltrona come la nostra rilassa i capillari, distende i muscoli, genera sorrisi e chiacchiere amabili. E’ davvero una buona amica. Mai ci sogneremmo di togliere a lei, a noi e ai nostri clienti amici il piacere di averla qui!

Il nostro sito!

Shop

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

top