1 Comment

Generazioni perdute.

[caption id="attachment_163" align="aligncenter" width="300"]generazioni perdute generazioni perdute.[/caption] Ci parlano sempre di questo. Siamo generazioni perdute, dicono. Siamo circondati di persone che fanno a gara per poterci definire. Siamo
Abbiamo una poltrona che accoglie tutti. Ce l'abbiamo messa apposta.

Bianca, comoda, elegante, è una poltrona che non può non generare consensi.

Lei questo lo sa, la vediamo noi, civettarsi quando qualcuno l'apprezza o la usa, sedendocisi sopra e abbandonandosi ad un "aaaaah" generato dal confort ineguagliabile. Sta lì, fa il suo lavoro, ma sotto sotto se la gode, si ripete quanto sia bella, quanto sia comoda, quanto sia una
0 Comments
Pomeriggi nordici.

Il caldo confort di certi gelidi pomeriggi nordici è qualcosa di ineguagliabile.

Le luci soft, consolatorie, negli interni, e fuori, magari, una tempesta indomabile. Seduti guardiamo dalla finestra, incontriamo quello splendido senso di protezione. Ci capita di trovarlo qui da noi. Proprio ora, The Build Up dei Kings of Convenience allo stereo, guardiamo fuori e il Corso è sferzato dalla pioggia, è al
Ceramica.

Il fatto che l'anima possa essere racchiusa nelle forme date ad un pezzo d'argilla, poi cotto, poi usato, poi vissuto, non ha ancora avuto abbastanza peso. La ceramica è un tesoro.

Esistono anche dei luoghi reali, da cui l'anima è catturata. Per noi, ancor prima di visitarla insieme per la prima volta, la città di Trieste è sempre stata uno di questi luoghi. Piazza dell'Unità d'Italia, a fronteggiare il mare con la
0 Comments

Meraviglia Paper è un magazine online che abbiamo da subito adorato.

Da sempre, è pura poesia, è un micro-cosmo digitale di un'eleganza tutta sua. Si occupa di vita, principalmente, e dunque tanto di persone, di luoghi, di sensazioni e di viaggi. Ha una voce fantastica. Tutto è filtrato attraverso gli occhi di un'anima nobile. E' come se finalmente potessimo racchiudere il mondo che ci piace dentro la nostra testa. In questo
0 Comments

Il lunedì ci piace. E non l'avremmo mai detto, perché per anni ha rappresentato soltanto un groppo in gola.

Se andiamo indietro, molto indietro, nel tempo, scopriamo domeniche sera passate con una malinconia aspra che ci bucava lo stomaco. Arrivava il lunedì. Il fine settimana era finito e cominciavi a: 1- pensare alle interrogazioni, alle faide con ragazzini futuri-stronzi, alle maestre che poi non è che ti davano tanto

Abbiamo scoperto Eclectic Eccentricity più di tre anni fa, durante un viaggio a Londra, aprendo una rivista a caso, all'interno del bookstore della Tate Modern.

Quel giorno c'era una mostra su Lichtenstein ma noi, essendo ingenui ragazzi di campagna, non avevamo prenotato il biglietto e col cavolo che siamo riusciti ad entrare. Così, abbiamo ripiegato in una full-immersion senza tempo all'interno del negozio libri, dove

Relativamente tanto tempo per Ultrafragola.

  Prendiamo in mano questo blog, per dargli un po' di vita, a distanza di molto tempo da quando l'abbiamo creato. Ci siamo persi tra mille cose: il nostro negozietto adorato Ultrafragola prosegue spedito, non senza difficoltà ma con la nostra voglia assoluta di superarle, queste difficoltà, ogni volta. Nel frattempo, questo viaggio ci ha già portato a conoscere una miriade
Questo sarà l'angolo dei nostri racconti. Racconti sulle cose che ci piacciono ed abbiamo portato in emporio, sulle cose che ci piacciono e basta, sui nostri progetti in corsa, sulle storie che incontriamo per la nostra strada e vorremo condividere con voi,  su tutto quello che Ultrafragola vorrà dire per noi.  
top